Coronavirus: server di Whatsapp e Facebook a rischio, troppi utenti connessi

L’emergenza Coronavirus ormai ha portato enormi cambiamenti nel nostro paese, sono cambiate le abitudini e soprattutto continua a crescere la paura per l’epidemia. In questi giorni sono state prese delle misure dal governo, ovvero far stare a casa la maggior parte dei cittadini; in questo modo però si sono moltiplicati gli utenti connessi ad internet. Proprio per questo motivo ci sono i server di Whatsapp e Facebook a rischio di crash.

Troppi utenti connessi, i server di Whatsapp e Facebook a rischio crash

Mark Zuckerberg, il proprietario di molti dei social network ormai presenti in rete, ha lanciato un allarme riguardo ai server italiani. Questo perché, come detto in precedenza, i cittadini restando a casa si connettono sempre di più ad internet. Il traffico degli ultimi giorni infatti, ha registrato dei picchi molto alti, picchi che se continuano a salire non potrebbero più reggere.

Server di Whatsapp e Facebook a rischio

Ad oggi però la situazione è ancora stabile nonostante l’epidemia si stia diffondendo in tutto il mondo. Dunque più avanza la pandemia di coronavirus, più si rischia il crash dei server, questo perché a causa dei lockdown vari, il traffico continuerà a salire.

Coronavirus, la causa dell’aumento del traffico in rete

A causa del coronavirus il traffico pare sia aumentato in quanto le persone, costrette alla quarantena, utilizzano i social e quindi di conseguenza anche Whatsapp, Facebook e Messenger, per poter comunicare con i propri cari a distanza.

Addirittura il proprietario Mark Zuckerberg, ha confessato che i picchi sono nettamente superiori a quelli che si registrano durante le festività, vanno anche oltre quelli della notte di San Silvestro. Ovviamente si sta lavorando per trovare una soluzione ma si spera che la situazione possa reggere, in quanto non è semplice dover far fronte a questi problemi di rete.

 

Segui tutte le news su Numeri di assistenza

Seguici su Facebook

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.