In arrivo limiti di velocità, autovelox, e segnalazioni su Google Maps

Google Maps, l’app gratuita per la navigazione del colosso di Mountain View cambia. Le novità prevedono infatti la segnalazione in tempo reale delle postazioni degli autovelox per la rilevazione della velocità dei veicoli. Le icone verranno visualizzate sulle mappe e saranno integrate con le indicazioni stradali di Google Maps. È possibile avere informazioni anche sui limiti di velocità della strada che si percorre e quando il veicolo si avvicina ad un autovelox vengono emessi dei segnali visuali e sonori.



Google Maps segnala autovelox

La posizione degli autovelox fissi viene indicata anche in caso di utilizzo dell’app Google Maps offline, scaricando le mappe prima di mettersi in viaggio. Diverso il discorso per gli autovelox mobili, la rilevazione avviene solo se il dispositivo è connesso alla rete. La nuova versione di Google Maps ha debuttato negli States, nel Regno Unito, in Danimarca, in Australia, in Brasile e ancora in Canada, India, Indonesia, Messico e Russia. Purtroppo l’Italia non è ancora presente in questa lista ma l’app si aggiornerà automaticamente.

Google Maps

Differenza con Waze

Google ha deciso che Maps e Waze per il momento devono rimanere due servizi separati. La differenza tra le app è che Maps supporta i comandi vocali, mentre Waze risulta ancora piuttosto rudimentale da questo punto di vista perché non comprende richieste complesse. Probabilmente a breve anche Waze avrà la formula “Ok” che consente di usare il navigatore sfruttando l’assistente digitale di Google. Ci sono alcun test positivi ma anche in questo caso l’Italia non è tra quei paesi in lista per provare l’aggiornamento.



Attivare segnalazioni autovelox Google Maps

Gli esperti di Il Software hanno suggerito un “trucchetto” per attivare le segnalazioni degli autovelox. Oltre ad installare Google Maps, l’utente deve scaricare e installare TomTom Autovelox che fornisce indicazioni in tempo reale anche su chiusura di strade, code e rallentamenti. Gli utenti contribuiscono inviando la segnalazione dell’autovelox o del tutor lungo il tragitto. Le due app possono essere utilizzate contemporaneamente.

Articolo di Luigi Strada

Avatar
Esperto di formazione, dal 2013 si è dedicato interamente al mondo della sicurezza, appassionato di tecnologia ha seguito diversi corsi sul Web e sul mondo digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *